domande frequenti

vedi tutte le domande frequenti

Ci sono dei comportamenti tipici da parte dei truffatori - se noti qualcuno di quelli descritti qua sotto è meglio che non risponda a nessun messaggio di questo utente e che ce lo segnali (puoi farlo cliccando su "Segnala utente" nell'angolo in alto a destra del profilo dell'utente)!

False famiglie ospitanti

  • Il primo messaggio della famiglia contiene già i dettagli di contatto e all'au pair viene chiesto di scrivere una mail o un messaggio skype piuttosto che utilizzare il sistema di messaggistica
  • All'au pair viene direttamente chiesto di inviare il proprio CV e delle foto ad un indirizzo mail
  • La famiglia rifiuta di fare una chiamata skype dal vivo
  • L'au pair viene contattato da una famiglia ospitante di un paese di lingua Inglese nonostante questo paese non fosse stato indicato tra quelli desiderati dell'au pair (dal momento che molti au pair vogliono andare in paesi di lingua Inglese, spesso i truffatori fingono di vivere in uno di questi)
  • La famiglia si offre di aiutare ad organizzare il viaggio, a tariffe molto concorrenziali - ma all'au pair viene chiesto di trasferire in anticipo i soldi
  • La famiglia offre paghe di molto superiori a quelle previste dalla legge
  • La famiglia si offre di provvedere, a proprie spese, alla sistemazione dell'aupair in un appartamento o in una casa nelle vicinanze, ma l'au pair dovrà prima entrare in contatto con una agenzia immobiliare e pagare l'affitto
  • La famiglia, situata negli USA, chiede all'au pair di entrare in contato con una agenzia che non rientra nella lista degli sponsor per il visto J-1 (controlla le informazioni relative agli USA per maggiori dettagli!)
  • La famiglia invia assegni contraffatti, poi informa l'au pair che, in seguito ad una disgrazia, non hanno più bisogno di un au pair e gli chiedono di re-inviare indietro i soldi 
  • L'au pair viene contattata dal legale della famiglia che si offre di farsi carico delle formalità burocratiche - se l'au pair invierà una certa somma di danaro

Falsi au pair

  • Il primo messaggio dell'au pair contiene già i dettagli di contatto e all'au pair viene chiesto di scrivere una mail o un messaggio skype piuttosto che utilizzare il sistema di messaggistica
  • L'au pair afferma di essere madrelingua Inglese (dal momento che sono molto ricercati dalle famiglie), ma (dal momento che non lo è) invia solo messaggi standard
  • L'au pair è assolutamente perfetto in tutti gli aspetti (troppo bello per essere vero), ma non potendosi permettere ad es. il viaggio o la assicurazione e chiede alla famiglia ospitante di trasferirgli dei soldi in anticipo
  • L'au pair rimane, per qualche motivo, bloccato all'aeroporto e richiede ulteriori soldi per comprare un nuovo biglietto dato che quello vecchio non è più valido
  • L'au pair rifiuta di fare una videochiamata (a causa di motivi tecnici. perchè ha una cattiva connessione,...)
iscriviti ora gratuitamente